“Neanche io ti condanno. Va e d’ora in poi non peccare più.”

imageMi commuove questa pagina del Vangelo perché immagino quello che può aver sentito la donna nel suo cuore. Il perdono l’ha salvata da una morte certa, l’intervento di Gesù l’ha tolta da quella situazione complicata in cui si era cacciata e la Scrittura ci dice che “il salario del peccato è la morte” (Rm 6,23), ma Gesù era lì pronto a difenderla e porgerle la mano, per tirarla fuori dalla buca in cui venivano poste le persone per poter poi essere lapidate (andate a leggere il seguito del versetto sopra citato). Mi piace anche soffermarmi sul fatto che all’inizio viene presentata come l’adultera, ma da Gesù viene chiamata semplicemente donna: il perdono ci ridà dignità, ci restituisce a noi stessi, Gesù Cristo ci dice di nuovo chi siamo e perché ci ama. Il suo perdono ci rimette in contatto con noi stessi, libera il cuore per fare posto a Lui.
Quante volte ho sperimentato questo perdono, un perdono che ti rimette in piedi e ci distoglie dalla tentazione di identificare noi stessi con il nostro peccato. Inoltre penso alle volte che ho ricevuto il perdono da mia moglie, come ad esempio quello che ha raddrizzato una giornata che per colpa mia, del mio peccato d’ira, stava andando per la peggio. La giornata è andata avanti con più gioia di prima, mi ha ridato la serenità perduta e mi ha permesso di essere il marito e il padre che voglio essere.
Nella nostra storia ci sono stati anche momenti più difficili in cui il perdono ci ha rimesso in piedi, certo un perdono faticoso, costato lacrime e sangue, ma che ora ci restituisce la dignità e la bellezza del nostro matrimonio.
Grazie Ilaria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...