I puri di cuore vedranno Dio

“Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno”. Quanti uomini e donne, anche oggi, dicono di seguire Gesù, che sono ligi alla sua legge e che “percorrono il mare e la terra per fare un solo proselito”, ma che poi, di tutto quello che insegnano, non solamente non lo mettono in pratica, ma lo trasformano in coltelli affilati per i loro fratelli.

Santa Faustina nel suo Diario scrisse che proprio le persone che più gli stavano vicino, e che dicevano di aiutarla e di volerle bene, poi finivano per fargli il male maggiore, ostacolandola in tutto quello che facesse.

E’ questa gente che dobbiamo temere di più, persone che vanno da un capo all’altro del mondo testimoniando l’amore e il perdono di Gesù, ma facendolo pesare sulle spalle della gente, non come segno di grazia, ma come decisione delle loro vite. Come se essi fossero migliori in qualche modo ad amare e perdonare. Sono i moderni farisei, che non hanno più le mille usanze del popolo ebraico, ma che usano le parole di Gesù, come se ne fossero portatori integri. Se vogliamo testimoniare la parola di Gesù, mostriamo al mondo prima le nostre debolezze, le nostre difficoltà nel seguirlo, le nostre cadute nel cercare di amare, perdonare, di essere casti, miti e umili di cuore. Mostriamo agli altri che seguire Gesù è un cammino fatto di cadute, di tentazioni, di fragilità e prove, ma che con lui è possibile camminare.

Invece tantissime volte nelle nostre Chiese vedo tante persone sicure di se, che dicono di aver conosciuto Gesù e di seguire la sua parola, che perdonare è la cosa più semplice di questo mondo, che essere casti è come bere un bicchier d’acqua, o che amare i nostri nemici è la cosa più ovvia.

Gesù è molto forte con chi predica questa religione dell’ovvietà, dove tutto è semplice, e quindi tu che non lo fai ti devi sentire la merda più immonda, perché non sei ancora in grado di farlo. Gesù li chiama:” Serpenti, razze di vipere” e dice “come potrete scampare alla condanna dell’Inferno”.

Non siamo su questa terra, perché dopo aver conosciuto Gesù, passassimo di casa in casa ad appioppare pesi sulle spalle della gente, che ferita da questo mondo, non è in grado di reggere tali pesi. Saremmo i caini dei nostri fratelli, saremmo quei servitori a cui Dio ha condonato tanto, ma che poi vanno dai loro fratelli a chiedere molto di più di quello che chiederemmo a noi stessi.

Il Vangelo non è ovvio, non è ragionevole, ma è tremendamente difficile e irragionevole, ma nella difficoltà del seguirlo, Gesù ci dona tutto quello di cui abbiamo bisogno per poterlo comprendere attraverso le nostre vite.

Quindi andiamo a testimoniare che Dio ci ama, anche se noi non riusciamo ancora ad amare, che ci rende casti anche se non riusciamo ancora a vivere la castità pienamente, che ci perdona, nonostante tante volte non riusciamo a perdonare i nostri fratelli. E’ un Padre che vede i cuori, e ci dice che chi sarà puro nel suo cuore, lo vedrà. Puro non è colui che non pecca, ma colui che cerca. Cerca, nonostante le sue cadute e fragilità, nonostante le difficoltà che riscontra, di seguirLo. Puro è colui che tenta, ma non ci riesce, ma prega affinché Gesù lo aiuti a riuscire. Il ladrone sulla Croce è stato salvato perché nel suo cuore era un puro, ha riconosciuto che la salvezza non dipende da quello che abbiamo fatto nella nostra vita, ma che Gesù è salvezza. Ha capito che chi cerca, trova e chi bussa, gli sarà aperto. Noi invece molte volte, nonostante abbiamo conosciuto Gesù, tentiamo di salvarci con le nostre forze, dimenticando che Lui già ci ha salvati e che ci aspetta in Paradiso, nonostante tutti i casini che avremo combinato su questa terra.

P.s. Ho messo questa immagine, perché è l’unica che mostra il Buon Ladrone con l’aureola. Sì, perché il buon ladrone è il primo santo della Chiesa, e l’unico canonizzato da Gesù stesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...