Fedeli fino alla morte (La profezia del matrimonio 9 puntata)

La terza dimensione della profezia sponsale è la fedeltà. Siamo profeti dell’amore fedele di Dio. Profezia che è legata e ricorda quella dell’amore di Cristo per la sua Chiesa, ma che per la peculiarità e l’importanza che riveste è bene considerarla come una dimensione a sè stante. Padre Raimondo diceva che la misericordia di Dio, di cui abbiamo appena celebrato un giubileo nella nostra Chiesa, non è altro che l’amore fedele di Dio. Un amore misericordioso è un amore che è per sempre, che non ha interruzioni, che non fa calcoli. Un amore misericordioso è un amore illimitato. Noi siamo chiamati ed abilitati a questa qualità di amore. Questa dimensione della profezia ci rimanda ad un pilastro naturale che è fondante del sacramento. La fedeltà cristiana è però molto più esigente della fedeltà come è comunemente intesa. Non significa solo non avere rapporti sessuali al di fuori del matrimonio, non basta non tradirsi per dire che due sposi sono fedeli l’uno all’altra. Se vogliono autenticamente e cristiannamente essere fedeli l’uno all’altra bisogna mettano in pratica ciò che si sono promessi nello scambio del consenso. Cosa ci siamo promessi? Io Antonio accolgo te Luisa e con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, e di amarti ed onorarti tutti i giorni della mia vita. Questa è la fedeltà. Attenzione, non ci viene richiesto di amarci semplicemente per la vita (che è già tanto), ma tutti i giorni della vita. Ciò significa che ci deve essere una tensione continua verso l’altro, che ogni giorno siamo chiamati a rinnovare e vivere quell’amore che caratterizza il nostro essere sposi, amore completo e totale. Amore di amicizia (filia), amore carnale ed erotico (eros) e amore di dono, di servizio e di accoglienza (agape). Capite quanto è esigente l’amore a cui siamo chiamati? La fedeltà cristiana è non perdere di vista il nostro sposo e la nostra sposa e continuamente porlo al centro del nostro amore, della nostra tenerezza, della nostra cura, dei nostri pensieri e dei nostri gesti. Un impegno costante a cercare di voler bene, a volere il suo bene, a farlo stare bene. Fedeltà che non significa riuscire sempre, ma averlo sempre come obiettivo primario. La difficoltà più grande che noi tutti incontriamo è diventare coscienti di questo. Coscienti che il nostro impegno deve essere questo, diventare ciò che siamo, una intima comunità di vita e di amore. Solo dopo possiamo vivere in modo autentico e vero il servizio per i fratelli, la comunità, il gruppo, la parrocchia ecc. Mi libero così del peso di dare senso alla mia vita, al mio impegno, ai miei dolori. Perchè so dove sto andando e quale grande realtà sto in qualche modo vivendo già su questa terra e verso quale grande tesoro mi sto incamminando con la mia sposa. In questa logica possiamo affrontare anche le situazioni di dolore che la vita, prima o poi, riserva a tutti. Dolore anche anche pesante, ma non possiamo avere sconti. Siamo profeti dell’amore di Dio, della sua fedeltà e anche in queste situazioni siamo chiamati e , lo ripeto sempre, abilitati e dotati per mostrare l’amore fedele di Dio. Non parlo del dolore della malattia fisica, dove in un contesto di unione profonda è più “facile” e meno gravoso vivere l’amore. Parlo di situazioni ben più trafiggenti: il tradimento. Non c’è una situazione più pesante e dolorosa per il cuore di uno sposo o di una sposa dell’essere tradito. Il tradimento è la crocifissione di una persona. Non ho usato questa immagine a caso. Questa situazione ricalca in modo molto aderente quella che è stata la passione e morte di Gesù. La sofferenza più grande per Gesù non è stata la crocifissione fisica, seppur è stata dolorosissima, ma è stata la sofferenza del cuore di vedere il suo popolo che lo tradiva, di vedere i suoi apostoli che lo abbandonavano. Ciò che ha profondamente ferito Gesù è stato il vedersi ripudiato. Nonostante questo ha continuato ad amarci. Quando pronuncia quelle parola sulla croce “Perdona loro perchè non sanno quello che fanno”,è l’estremo tentativo cher Gesù fa nei confronti del Padre di scusarci fino in fondo, per dire li amo così tanto che ci passo sopra. Questo è l’amore al quale potremmo essere chiamati. Ci sono tante spose e tanti sposi che vivono questo tradimento. Anche se non viviamo queste situazioni sulla nostra pelle, conosciamo certamente persone che vivono queste situazioni drammatiche. Cosa diciamo loro? Usiamo le parole del mondo? “Se ti ha fatto questo lascialo, devi rifarti una vita, non puoi restare solo/a devi pensare a te e alla tua felicità”. Noi come cristiani che diversità portiamo? Abbiamo il coraggio di dire: “Guarda,è terribile quello che ti è successo, ma devi confidare che sei sposa/o in Cristo. Gesù non ti abbandona e sei chiamata/o in un modo misterioso a vivere questa tua situazione in modo fedele. Vedrai che se ti aggrappi alla Grazia di Dio, Dio ne trarrà un bene più grande. Che non significa sempre che il coniuge tornerà, ma che in modo conosciuto solo da Dio questo dolore e amore fedele lavora il cuore dell’altro/a, e fosse anche all’ultimo respiro porterà alla conversione e alla salvezza della persona che hai sposato”

Gesù è come uno sposo abbandonato che vede la sua sposa avere una relazione  con un secondo e poi magari con una terzo uomo. Cosa fa Gesù con noi tutti, che siamo la sua sposa infedele? Ci abbandona alla nostra miseria? No, Gesù non ci abbandona, continua ad amarci e tutti gli anni, il giorno dell’anniversario, manda una lettera d’amore alla sposa. Gesù non ha fatto così con ognuno di noi?

Abbiamo il coraggio di dire questo? E ancor prima, ci crediamo a questo?

Antonio e Luisa

1 puntata Chi è il profeta 2 puntata Gli sposi rivelano che Dio è amore 3 puntata L’amore di Dio: per primo, per sempre e per tutti 4 puntata Missionari dell’amore 5 puntata Lo Spirito: comandamento ed impulso. 6 puntata Un aquilone che vola alto nel cielo 7 puntata Sposi profezia della vita intima di Dio 8 puntata Come Gesù sulla croce

 

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Fedeli fino alla morte (La profezia del matrimonio 9 puntata)

  1. Pingback: Piccoli passi possibili (La profezia del matrimonio 10 puntata) | Matrimonio Cristiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...