Tutti al Pronto soccorso, o no?

Il Vangelo di Domenica scorsa è lungo più del solito e quindi molto ricco di spunti di riflessione, perciò ne prendiamo solo uno. E cioè vogliamo stringere il campo d’azione ai versetti 29 e 30 che riportano questa frase secca di Gesù : << Se il tuo occhio destro ti è motivo di scandalo, cavalo e gettalo via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo venga gettato nella Geènna. E se la tua mano destra ti è motivo di scandalo, tagliala e gettala via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo vada a finire nella Geènna. >>.

Ancora una volta chi ha in testa l’idea di un Gesù edulcorato dalla simpatica ingenuità dei Puffi mista alla tenerezza gigiona di Babbo Natale, si vede costretto a rinegoziare questa idea balorda scontrandosi col Gesù vero raccontato dai Vangeli. E, in effetti, la frase lascia poco spazio a fraintendimenti del tipo : …………ma no, dai, non è che a Gesù non piace la simmetria di due occhi e ci vuole tutti come tanti Ciclopi ? sei così bello con due occhi………..non è che Gesù vuole che ti mozzi una mano perché a Lui piace riattaccare le cose………cioè ? ma sì, come quella sera in cui Pietro tagliò un’orecchio al soldato e Lui gliel’ha riattaccato ? Oppure è un fan del Pronto soccorso ? eeeh…….insomma……..questo Gesù esagera però, spaventare così la gente !!!

Insomma, a Gesù non vanno bene le mezze misure ( le uniche mezze che gusterebbe penso che siano le mezze penne all’amatriciana ). Ma perché ? Quando abbiamo cominciato questo meraviglioso cammino 20 anni fa, il nostro amato Padre Bardelli ci diede un ultimatum simile a quello di Gesù : ci disse che se volevamo un fidanzamento bello e felice prima e un matrimonio poi ancora più felice e bello, avremmo dovuto scacciare immediatamente qualsiasi impurità dalla nostra vita: cuore, mente. occhi, mani, pensieri, azioni e intenzioni…..insomma ci siamo capiti, tutto !!!

Ecco cosa intendeva Gesù con quella frase; e poi col passare degli anni, abbiamo cominciato a tagliare i ponti con le situazioni che potevano diventare occasioni di peccato (in particolare dell’impurità ma poi si è esteso a tutto il resto): abbiamo tagliato i ponti con compagnie, abbiamo tagliato i ponti con la televisione, abbiamo reciso contatti (per esempio su facebook) che erano occasioni di impurità, abbiamo smesso di frequentare alcuni eventi mondani, e così via……ogni coppia di sposi ha la propria lista personalizzata. Cari sposi, noi siamo stati fatti per la purezza e la felicità eterna, e questa purezza esige il coraggio di recidere le radici cattive, le piante soffocanti, di liberarsi della zavorra dell’impurità per alzare finalmente in volo la mongolfiera del nostro sacramento matrimonio.

Coraggio, non siamo soli.

Giorgio e Valentina.

Cliccate qui per entrare nel gruppo whatsapp

Per acquistare il libro Sposi sacerdoti dell’amore cliccate qui

Per acquistare il libro L’ecologia dell’amore cliccate qui

Iscrivetevi al canale Telegram

Iscrivetevi alla nostra pagina facebook

Iscrivetevi alla pagina facebook dell’intercomunione delle famiglie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...