Dove vai ? Boh ?

La prima lettura di Domenica scorsa è stata molto interessante e la riportiamo per intero data la sua brevità: <<In quei giorni, il Signore disse ad Abram: «Vàttene dalla tua terra, dalla tua parentela e dalla casa di tuo padre, verso la terra che io ti indicherò. Farò di te una grande nazione e ti benedirò, renderò grande il tuo nome e possa tu essere una benedizione.
Benedirò coloro che ti benediranno e coloro che ti malediranno maledirò, e in te si diranno benedette tutte le famiglie della terra». Allora Abram partì, come gli aveva ordinato il Signore. >>.

Nella Bibbia spesso le figure da cui dobbiamo prendere esempio sono raccontate come se fossero dei robot senza sentimenti; la finale di questo brano è praticamente uguale alla finale del brano che racconta l’Annunciazione, infatti i due episodi hanno tantissimo in comune, ricordate? << Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l’angelo partì da lei >>.

La Parola di Dio non si sofferma a raccontare gli stati d’animi delle persone coinvolte come farebbero i romanzi, non si sofferma a scandagliare le turbe psicologiche dell’uno o dell’altro, niente di tutto ciò; l’unica cosa che viene messa in risalto è che hanno eseguito senza indugi quello il Signore aveva loro ordinato. E’ sufficiente ? A noi sembra più che sufficiente. Questo è il particolare che ci ha stupito di questa Domenica: l’obbedienza di Abramo, senza se e senza ma. Certo per capire meglio e attualizzarlo nella nostra vita dobbiamo per un attimo immaginarci la scena…….vattene….come vattene ? siamo qui da tre generazioni….e vabbé dai…ma per dove ?…Abramo lo dice ai familiari… preparare il viaggio che si parte….scusa per dove ? boh ? il Signore ha detto che me lo indicherà.

Lo indicherà dopo, così come l’Angelo non ha detto tutto ciò che sarebbe successo alla Vergine Santissima, così come al passaggio del Mar Rosso prima hanno dovuto rassettare le tende e metter i piedi in acqua, così come Abramo fino all’ultimo pensava di dover sacrificare il figlio Isacco, eccetera.

Ecco, sposi, il Signore ci chiede questo: se vogliamo stare con Lui non dobbiamo fare come gli ingegneri/ragionieri che si mettono a fare mille calcoli prima di partire con un progetto per avere un quadro chiaro e preciso nei minimi dettagli. Il Signore ci chiede di fidarci di Lui e basta. Se Lui è Colui che ci ha creati vuol dire che ci ha voluti e quindi ci ama.

Sposi carissimi, dobbiamo fare nostro questo atteggiamento di Abram, e come Lui obbedire al Signore….non capisco tutto……non importa se lo ordina il Signore e la sua Chiesa bisogna obbedire. Il primo disastro (peccato originale) è accaduto perché l’uomo ha disobbedito, quindi per fare bene bisogna semplicemente obbedire alle leggi di Dio e della sua Chiesa. Nel nostro specifico ci rivolgiamo a quelle che riguardano la nostra castità matrimoniale e quindi tutta la nostra sessualità maschile e femminile. Anche noi all’inizio non sapevamo dove il Signore ci avrebbe voluto portare, ma adesso, dopo tanti anni di cammino nella castità matrimoniale, non possiamo che essere grati e riconoscenti al Signore…la terra che stiamo vivendo non è paragonabile col terriccio da cui eravamo partiti…..i frutti deliziosi che gustiamo ora hanno il sapore della tenerezza di Dio……….e poi………….IL BELLO DEVE ANCORA VENIRE. Coraggio sposi !

Giorgio e Valentina.

Cliccate qui per entrare nel gruppo whatsapp

Per acquistare il libro Sposi sacerdoti dell’amore cliccate qui

Per acquistare il libro L’ecologia dell’amore cliccate qui

Iscrivetevi al canale Telegram

Iscrivetevi alla nostra pagina facebook

Iscrivetevi alla pagina facebook dell’intercomunione delle famiglie

Un pensiero su &Idquo;Dove vai ? Boh ?

  1. Pingback: Nel nostro matrimonio dobbiamo lasciarci guidare da Lui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...