Billie Eilish: i corpi delle donne non sono così! Le falsità del porno

Oggi voglio tornare su alcune dichiarazioni che la cantante Billie Eilish ha rilasciato durante il programma radiofonico statunitense The Howard Stern Show. Ammetto di non conoscere questa stellina ventenne del panorama pop internazionale. Una cantautrice salita alla ribalta nel 2016, soltanto quindicenne, con il brano Ocean Eyes diventato presto virale nel web e tra i più scaricati da Spotify. Insomma sicuramente una ragazzina che è sconosciuta a molti genitori e nonni ma certamente non ai millennials.

Per questo credo che le parole di questa giovane donna possano essere molto importanti e, in un certo senso, deflagranti. Perchè non sono state dette da un bigotto come posso esserre io, o da un prete chiuso nella sua sacrestia, insomma dal solito vecchio che non capisce nulla dei ragazzi di oggi. Sono state dette da una di loro. Una di loro e per di più una molto popolare. Pensate che ha ben 98 milioni di followers su Instagram, ripeto 98 milioni su Instagram e 36 milioni su tiktok. Una vera influencer planetaria. Non possiamo ignorare che una sua riflessione influisca molto di più sui nostri ragazzi, molto più di quanto possa contare quella della scuola o di altre realtà educative.

Credo che sia doveroso sottolineare le parole di questa cantante che aprono finalmente uno squarcio di verità nell’ipocrisia che si cela dietro il business del porno. Il porno è purtroppo sempre più pervasivo nella nostra società e moltissimi adoloscenti iniziano fin dalle scuole medie a guardare video hot ed immagini pornografiche. Spesso si sottovaluta il problema. Alla fine che sarà mai? C’è di peggio. Poi arriva lei che in una frase smonta tutto. Ecco un estratto di ciò che ha detto:

Il modo in cui appaiono le vagine è da pazzi. Nessuna vagina è fatta così. I corpi delle donne non sono così, non usciamo in quel modo. La prima volta che ho fatto sesso non ho detto no a cose che non facevano per me, perché pensavo di esserne attratta

L’influencer, con queste affermazioni, ha messo in evidenza due concetti fondamentali: i corpi delle donne non sono così e ho accettato di fare cose che in realtà non volevo.

La pornografia è DANNOSISSIMA , anche per coloro che non ne diventano dipendenti, proprio per il tipo di “educazione” che attua nella crescita affettiva e sessuale dei nostri ragazzi che poi, quando si troveranno a vivere un incontro sessuale, cercheranno di farlo nello stesso modo visto attraverso i video. Una modalità del tutto costruita ad arte e che non ha nulla di vero. Maschi e femmine che credono di sapere tutto del sesso e che in realtà non sanno nulla, o meglio conoscono una “verità” mistificata e falsa. Io e Luisa lo abbiamo già scritto diverse volte, ma vale la pena ripeterlo. Vi propongo due esempi molto esemplificativi di ciò che voglio dire.

Dolore o piacere? Quante volte abbiamo sentito dire che la lunghezza del pene conta? In realtà non è vero. I video pornografici mostrano che più il pene è lungo e grosso e più la donna può provare piacere. Più la penetrazione sarà profonda e maggiore sarà il piacere per la donna. Uomini cresciuti con questa idea. Donne cresciute con questa idea. Con la conseguenza che il sesso difficilmente sarà per lei un’esperienza piacevole. Secondo una recente ricerca pubblicata da Cosmopolitan, solo poco più della metà delle donne ammette di raggiungere l’orgasmo durante la maggior parte dei rapporti e molte di queste dichiarano di fingere per terminare il rapporto e per non mortificare il partner. Quanta sofferenza ha generato questa falsità, quanta insoddisfazione nei rapporti sessuali. La verità è un’altra. Un uomo difficilmente non ha misure adeguate a dare piacere alla propria donna. La vagina femminile arriva nel momento di eccitazione a una profondità di 9-10 cm. Ciò significa che se un uomo entra maggiormente non permette alla donna di ricevere alcun piacere dal rapporto, anzi spesso le provoca dolore. Ricordate cari sposi che un rapporto intimo soddisfacente è fatto di penetrazione controllata e di movimenti dolci. Tutto il contrario di ciò che mostra la pornografia.

I preliminari sono per lei o per lui? La pornografia è prevalentemente maschilista. La donna non è un essere senziente. Nei video pornografici la donna non è una persona che ha pensieri o sentimenti. E’ una “macchina” che ha solo desiderio di fare sesso. Quindi l’uomo la usa per questo. Tra l’altro, è importante metterlo in evidenza, non c’è bisogno di una relazione. Guardando la pornografia questa dinamica è molto evidente. Quindi il sesso è un qualcosa che si può avere in qualsiasi momento e in qualsiasi modo, senza bisogno di relazione. E’ come far ginnastica. Questa è esattamente un modo prettamente maschile di pensare e vivere la sessualità, dove il desiderio è generato maggiormente rispetto alla donna da pulsioni ed ormoni. Invece la donna necessita non solo di una relazione, ma oltretutto di essere preparata al rapporto. I preliminari sono quindi principlamente per lei che, sentendosi desiderata e al centro delle attenzioni dell’uomo, si prepara ad accogliere dentro di sè l’uomo. Solo così il rapporto sarà una vera comunione dei cuori e non un modo che l’uomo usa per realizzare ogni sorta di pratica vista nei video pornografici, e dove la donna arriva a sentirsi usata e spesso umiliata. Che cosa può venir fuori di buono da un rapporto vissuto così?

Questi sono solo due spunti. Ci sarebbero moltissime altre menzogne della pornografia da mettere in evidenza. Per questo è importante che noi genitori ci mettiamo in gioco. Non dobbiamo permettere che i nostri figli vengano educati a questo modo falso di vivere il sesso. Magari anche noi stessi abbiamo bisogno di regolare certe nostre abitudini sessuali. L’unico modo per farlo è prenderci carico del problema e raccontare ai nostri figli cosa significa far l’amore, e raccontare loro come siamo fatti perchè ormai non lo sanno. Io stesso ho dovuto aspettare che certe cose me le dicesse un frate. Vi rendete conto?

Antonio e Luisa

Entrate nel gruppo whatsapp  o Iscrivetevi al canale Telegram

Per acquistare i nostri libri Influencer dell’amore – L’ecologia dell’amore – Sposi sacerdoti dell’amore – Sposi profeti dell’amore

Per iscrivervi al canale youtube cliccate qui oppure per seguire i nostri podcast cliccate qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...