Il Sale della Coppia…

A volte pensiamo che una vita senza difficoltà, senza intoppi, sia una vita felice. Ma poi ci accorgiamo che quando le cose vanno bene, la salute, la famiglia, il lavoro… c’è sempre qualcosa che ci manca, continuano a essere insoddisfatti. Allora non sono gli ostacoli e le difficoltà a renderci infelici, ma siamo noi con il nostro modo di porci verso la vita, a rendere felice o meno la nostra esistenza.

Quel qualcosa che ci manca, quel qualcosa che a volte sentiamo come un peso nel cuore, anche quando le cose vanno benissimo, è il comune sale da cucina. Ora non correte a prendervi un cucchiaino di sale, ma aspettate che finisca…

Il sale dà sapore alle minestre, senza di esso anche Carlo Cracco avrebbe difficoltà a realizzare le sue pietanze, eppure molte volte nella nostra vita viene a mancare, rendendo insapore ogni cosa.

Il sale nello nostra vita di ogni giorno è Dio, se viene a mancare, anche le giornate più soleggiate perdono il loro chiarore. Immaginate quando in Estate ci svegliamo e fuori splende un bellissimo sole, poi improvvisamente il cielo diventa bianco, lattiginoso, un azzurro che non è più azzurro, ma viene sporcato da nubi alte, segno di un alto tasso di umidità.

Anche le giornate più belle, possono essere afose, e diventare pesanti. Così le nostre giornate, senza il pensiero che si rivolge a Dio, diventano allo stesso modo, insopportabili. La quotidianità, anche se abbiamo una persona che ci ama, un lavoro che ci gratifica… diventa una peso enorme da sopportare.

Pensiamo che per pregare, per amare Dio dobbiamo offrire grandi sacrifici, grandi preghiere, ma ci dimentichiamo poi di offrire il nostro quotidiano, le cose piccole di tutti i giorni. La nostra vita diventa preghiera, se il nostro pensiero è sempre rivolto a Lui. Le cose di ogni giorno diventano un mezzo per raggiungere Dio, e non Dio diventa un mezzo per raggiungere le cose di ogni giorno. Dio fai questo, Dio aiutami in questo o in quest’altro, sono belle preghiere, ma se provassimo a dire: Dio ti offro questo e quell’altra cosa, nel mio piccolo e umile gesto, guarda l’amore che ci metto.

Le nostre giornate cambieranno, la nostra vita di coppia cambierà. Quando sono con Dora, che sia un litigio, o una bella giornata di relax, la offriamo a Dio. Prendiamo ogni cosa come sua benedizione, ogni cosa come crescita personale e di coppia. Se mettiamo il Sale in un litigio, quel litigio diventa un occasione di crescita, di perdono, di scuse reciproche. Se mettiamo il Sale in un piccolo gesto verso la nostra dolce metà, quel gesto diventa il più grande dono che possiamo fare, e l’altro/a lo vedrà come il più bel dono. Se mettiamo il sale, quando ci accorgiamo di un suo difetto, quel difetto, diventa un modo per farci ironia e riderci sopra.

Se lasciamo che il quotidiano sia Lui a condurlo, tutto diventa più leggero, sopportabile, e io aggiungo divertente. Perché da quando Lo conosco, non mi sono mai così tanto divertito in vita mia.

Se Lui diventa il Sale della nostra vita, allora noi potremo essere sale per gli altri. Non possiamo decidere di essere prima sale per gli altri, se prima non decidiamo di essere “salati” da Lui. Amiamo perché siamo stati amati per prima.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...