Tutto qui ?

E’ interessante il Vangelo dell’Epifania, perchè sta raccontando un evento che da secoli il popolo stava aspettando, ne avevano parlato tutti i profeti, tutte le scritture ne parlavano in vari modi. Sembrava che tutta questa attesa dovesse sfociare in chissaché e poi……<<  Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, ….>>. Tutto qui ? Eh…sì, una scena vista migliaia di volte.

Ma….i Magi sanno scorgere aldilà delle apparenze e si prostrano in adorazione. Attenzione che questo atteggiamento del corpo non è mica quello che purtroppo siamo soliti vedere in tante nostre chiese moderne, ove la gente manco più si inginocchia davanti al tabernacolo, figuriamoci se si prostra col viso a terra in segno di adorazione. Ma qua apriremmo un capitolo lungo.

Tuttavia vogliamo oggi invitarvi a riflettere sul fatto che i Magi sanno scorgere Dio aldilà delle apparenze. In effetti il bambino nella mangiatoia ha le stesse caratteristiche dell’Eucarestia: con gli occhi vedi un pezzo di pane bianco non lievitato ma quello è Dio, e i Magi hanno visto un bambino con gli occhi ma si sono prostrati adorandolo come Dio e i segni che hanno lasciato in dono sono significativi di questo.

E noi sposi? Sappiamo scorgere aldilà delle apparenze ? Certo, la nostra frenesia quotidiana non aiuta a scorgere Dio. Ecco perchè dobbiamo riservarci sempre, ogni santo giorno, dei momenti di silenzio, preghiera e meditazione; altrimenti si arriva a fine giornata e non si ha avuto il tempo e l’occasione di scorgere Dio nella quotidianità. Perché ?

E’ una questione di cuore, o meglio di occhi del cuore come ci ricorda San Paolo; tante volte nella preghiera serale dobbiamo imparare a ringraziare il Signore a cominciare dalle piccole faccende quotidiane. Ad esempio Lo ringraziamo sempre dopo la spesa dei soldi per pagarla, sembra stupido e banale perchè sono soldi guadagnati col lavoro, sì ma gli occhi del cuore sanno scorgere la presenza di Dio anche lì.

E’ un allenamento continuo, bisogna affinare il nostro sguardo del cuore anche nei confronti del nostro coniuge. D’altronde, se oggi Dio volesse darmi una carezza, con quali mani dovrebbe darmela se non con quelle di mia moglie ?

Buon allenamento a tutti.

Giorgio e Valentina.

Cliccate qui per entrare nel gruppo whatsapp

Per acquistare il libro Sposi sacerdoti dell’amore cliccate qui

Per acquistare il libro L’ecologia dell’amore cliccate qui

Iscrivetevi al canale Telegram

Iscrivetevi alla nostra pagina facebook

Iscrivetevi alla pagina facebook dell’intercomunione delle famiglie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...