4 settimane di gravidanza spirituale

Iniziamo domani l’Avvento. È un tempo forte di grazia, cioè un periodo di valore pedagogico in vista del Natale.

La Madre Chiesa ci invita per questo motivo a renderlo un tempo di felice attesa ma anche di penitenza e digiuno, da qui il fatto che il colore liturgico sia viola e che non si canti il Gloria le domeniche proprio come durante la Quaresima.

Tralascio qui ogni argomentazione sul fatto che il 25 dicembre sia realmente il giorno della nascita di Gesù, ci sono vari articoli interessanti in materia e ne segnalo solo uno.

Piuttosto mi sono fatto la domanda: ma qual è la peculiarità per voi sposi? C’è un vostro modo particolare per viverlo? Penso che lo capiamo a partire dalla consapevolezza di cosa sia l’Avvento per poi vedere quanto abbia a che vedere con il matrimonio.

Il Mistero dell’Incarnazione è la verità più sconvolgente della nostra fede. Che Dio infinito e onnipotente abbia preso la nostra natura umana, la nostra carne così limitata, fino alle sue ultime conseguenze e senza marcia indietro, questo nessuno l’aveva mai seriamente affermato, semmai ipotizzato o sperato.

Se pensate che l’Ebraismo e l’Islam lo confutano apertamente e altre religioni nemmeno lo tengono in considerazione. Addirittura, agli inizi del cristianesimo sorsero eresie (il Docetismo e più in generale la Gnosi, per citarne alcune) che negavano a Gesù una vera corporeità. Cristo per 33 anni avrebbe finto di vivere in mezzo a noi, dissolvendosi come un fantasma all’ora di morire.

Quando parlo ai fidanzati metto sempre sul chi va là i futuri mariti preparandoli allo shock di vedere trasformarsi non solo fisicamente la moglie ma anche psicologicamente, affettivamente per attendere un figlio, con le varie conseguenze sulla relazione. Voi mamme avete questo dono, di sapervi trasformare per accogliere una nuova vita, avete una consapevolezza innata di cosa implichi la gestazione.

Ma siete altrettanto consapevoli, papà e mamma, che portate Gesù nel vostro amore? Lo sapevate di essere gravidi di Gesù nella vostra relazione? Ve l’hanno mai detto che la Seconda Persona della Trinità abita nel vostro amore? Da quando vi siete promessi fedeltà e lo Spirito Santo ha sigillato la vostra unione è così: lo Sposo è con voi ogni giorno.

Cari sposi, se volete prepararvi spiritualmente al Natale in questi 40 giorni va benissimo fare la corona di Avvento o il calendario con le finestrelle o leggere qualche libro ben fatto (consiglio “Tu scendi dalle stelle… ed è Natale” del Card. Comastri, o “Il mistero del Natale” di Edith Stein). Ma è altrettanto importante che coltiviate nella preghiera la consapevolezza di essere portatori di Gesù, di averlo con voi sacramentalmente.

Sarebbe un controsenso il 25 festeggiarlo nella Messa senza che lo avete celebrato prima nella vostra coppia. Maria, la nostra Mamma celeste, che per prima ha portato Gesù per nove mesi, vi aiuti a prepararvi al Natale ed essere fieramente consapevoli di portare anche voi Gesù come sposi cristiani.

Padre Luca Frontali

Entrate nel gruppo whatsapp  o Iscrivetevi al canale Telegram

Per acquistare i nostri libri Influencer dell’amore – L’ecologia dell’amore – Sposi sacerdoti dell’amore

Per iscrivervi al canale youtube cliccate qui oppure per seguire i nostri podcast cliccate qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...