Tutto… o quasi! …vabbé…

Oggi cambiamo strategia e saltiamo a pié pari il Vangelo, non perché non abbia niente da dirci oggi, ma solo per il fatto che la prima lettura di oggi ( di cui riportiamo solo una piccola frase ) ci pare che abbia un messaggio chiave per il matrimonio:

Dal primo libro di Samuèle (1Sam 15,16-23) In quei giorni, Samuèle disse a Saul: «Lascia che ti annunci ciò che il Signore mi ha detto questa notte». E Saul gli disse: «Parla!». Samuèle continuò: «[…] Il Signore ti aveva mandato per una spedizione e aveva detto: “Va’, vota allo sterminio quei peccatori di Amaleciti, combattili finché non li avrai distrutti”. Perché dunque non hai ascoltato la voce del Signore e ti sei attaccato al bottino e hai fatto il male agli occhi del Signore?

Samuele sembra eccessivamente rigido, implacabile, irremovibile, severo con Saul, ma dobbiamo tener presente che Samuele parla a nome del Signore. Non sta parlando con farina del suo sacco, ma presta la sua voce al Signore, quindi dobbiamo ritenere la profezia di Samuele come tale, e cioè un messaggio da parte del Signore.

Se volete conoscere tutta la storia e come va a finire non vi resta che cercare sulla vostra bellissima Bibbia casalinga ( vi ricordate dove l’avete nascosta? ) il primo libro di Samuele, leggerete una storia avvincente. Per ora vi basti sapere che Saul la pagherà molto cara poiché il Signore lo ripudierà come re di Israele.

Sembra eccessivo ? Ad una lettura senza fede forse, ma non ci deve sfuggire cosa era stato chiesto a Saul da Dio: come avete letto nel brano soprariportato gli era stato affidato il compito di sterminare tutti i nemici compreso il bestiame, non doveva tenere nulla né animale come bottino, ed invece… gli Israeliti si tennero le bestie migliori e altro come bottino. Ne pagheranno le amare conseguenze perché il Signore ritirerà la sua benevolenza nei confronti di Saul e del suo regno.

Qualche lettore si starà forse chiedendo come mai tutta questa simpatia per questa storia, in fondo a noi cosa importa della sorte di uno che è vissuto secoli prima di Cristo ? Nulla se non per il fatto che l’esempio di Saul ci deve servire come monito per noi… la Bibbia narra infatti del rapporto che c’è tra Dio e il cuore dell’uomo, quindi è un messaggio eterno.

Saul obbedisce al Signore ma… a modo suo!

Saul non si è fidato fino in fondo della Parola del Signore, Il Quale gli aveva promesso la Sua benevolenza e la Sua benedizione se solo avesse obbedito ; doveva semplicemente eseguire ciò che gli era stato chiesto ( non è che per caso vi ricordi le Parole di Maria ai servi alle nozze di Cana? ) e avrebbe avuto tutta la benevolenza e la benedizione di Dio, Il Quale avrebbe poi provveduto a rendere la terra più fertile ed il bestiame più prolifico … del resto non l’aveva già fatto nel deserto durante il famoso Esodo e poi nella ancora più famosa Terra Promessa?

Ma Saul non si fida totalmente di Dio, pensa che non sappia più fare il Suo lavoro, magari aveva perso il Suo tocco, chissà se poi avrebbe mantenuto le Sue promesse di benevolenza e abbondanza, del resto come avrebbe fatto ad accorgersi di qualche bestia in più o in meno?

Forse Saul non conosceva quella storia di Mosè?

Per comprendere appieno il messaggio dobbiamo chiederci quali sono i nostri Amaleciti, i nostri nemici che dobbiamo votare allo sterminio.

Cari sposi, i nostri Amaleciti sono i nostri vizi, i nostri peccati, le nostre cattive abitudini, il nostro uomo vecchio. Non possiamo convertirci al Signore ma tenere qualcosa per noi… ci sono sposi che dicono di amare il Signore ma continuano a vivere strizzando l’occhio al proprio uomo vecchio… in fondo un piede dentro la lussuria ce lo lasciano, dicono di essere tutti per il Signore ma la sessualità se la vogliono gestire loro: il bottino come quello di Saul… dicono di essere tutti del Signore ma i soldi li gestiscono secondo il dio dell’avarizia : un altro bottino… dicono di essere tutti del Signore ma usano ogni mezzo contraccettivo : un altro bottino… dicono di essere sposati in chiesa ma vanno a Messa una Domenica sì e 10 no: un altro bottino… e avanti di questo passo.

Il matrimonio ci ha resi sposi nel Signore : o lo siamo o non lo siamo, non vorremo per caso fare la stessa fine di Saul vero ?

PS : Il primo libro di Samuele lo troverete agevolmente tra il libro della Genesi e quello dell’Apocalisse.

Giorgio e Valentina.

Per acquistare i nostri libri Influencer dell’amore – L’ecologia dell’amore – Sposi sacerdoti dell’amore – Sposi profeti dell’amore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...