Sappiamo tutto del sesso ma non sappiamo fare l’amore

Qualche giorno fa stavo parlando con Luisa e lei mi ha detto queste parole: venticinque anni fa non avrei mai pensato che proprio io, così imbranata con i ragazzi, timida e piena di ferite, mi sarei trovata a raccogliere le confidenze di tante donne che mi chiedono consiglio, che mi aprono il cuore e mi raccontano difficoltà e sofferenze nel vivere il loro rapporto di coppia e la loro intimità in particolare. E io posso confermarlo perchè l’amore ti cambia, il matrimonio è l’inizio di un percorso che può aiutare l’uomo e la donna ad aprirsi l’uno all’altra in un dialogo che sia rispettoso della sensibilità di entrambi.

Allora perchè c’è tutta questa sofferenza? Sofferenza che nasce dall’insoddisfazione della donna e che poi tocca anche il marito che non capisce perchè la propria sposa sia insoddisfatta e poco accogliente. I due sposi finiscono spesso per ferirsi a vicenda senza che se ne rendano davvero conto. Succede tutto questo per due motivi a nostro avviso. Ho avuto modo di confrontarmi con Luisa più di una volta proprio su questo. C’è la presunzione di sapere già tutto e manca spesso il dialogo, manca la sincerità e la capacità di esprimere chiaramente quello che piace e quello che non piace. Ci sono troppi non detto.

Sappiamo già tutto. Siamo figli della nostra società occidentale dove è caduto ogni tipo di tabù, sessualmente parlando. Dove non c’è però una vera educazione sessuale. Qui purtroppo la colpa è anche di noi genitori. Quanti genitori sanno parlare di sessualità ai figli? Quanti lo fanno cercando di inserire il rapporto intimo all’interno di un progetto più grande? Quando parlano ai figli di castità? E soprattutto quanti genitori credono nella castità? Quindi lasciamo l’educazione sessuale ai pochi esperti che i nostri figli ascoltano a scuola. Esperti che difficilmente sanno andare oltre una semplice spiegazione che si limita ad una serie di norme mediche ed etiche da seguire. E poi ci sono i media. C’è la televisione e, oggi più che mai, c’è la rete e ci sono i social. Impariamo ciò che c’è da sapere sul sesso da internet. Lo impariamo dalla pornografia che è sempre più accessibile e che diventa la sola maestra delle nuove generazioni. Anche Rocco Siffredi, celebre attore porno ed oggi imprenditore in quel settore che non conosce crisi, ha messo in guardia da questa menzogna. Ci ha tenuto a dire che il porno non può essere esempio per i ragazzi. Il porno è finzione e soprattutto racconta un’idea falsa di sesso. Fare l’amore come si fa nei video porno non dà piacere. Non dà piacere soprattutto alla donna. Solo pochi giorni fa Luisa ha ricevuto la telefonata di una moglie che, dopo anni che ha accettato di fare l’amore con il marito nel modo pornografico, ora si è stancata e vorrebbe modificare la modalità. Anche dopo aver letto i nostri articoli al riguardo. Capite ora perchè scriviamo spesso di sesso? Perchè tanti non si sentano sbagliati e trovino la forza di opporsi a un modo falso e svilente di vivere l’intimità. Trovino la forza di dire che non piace. Torniamo alla telefonata, Il marito di quella donna non la capisce, alla sua richiesta è caduto dalle nuvole: abbiamo sempre fatto così perchè adesso non ti va più bene? Si arriva a queste situazioni che creano sofferenza in entrambi. Sia chiaro che il marito non è cattivo. Semplicemente si è educato alla scuola della pornografia. La vera intimità è differente. La vera intimità è fatta di rispetto, di dialogo, di comunione, di dolcezza, di attenzione, di preliminari graditi e voluti da entrambi. Se manca questo poi si arriva al triste destino di tante coppie: il deserto sessuale.

Quindi cosa fare? Ed eccoci al secondo punto. Dialogate! Siamo nella piena libertà sessuale eppure c’è ancora il “pudore” di esprimere all’altro ciò che piace e soprattutto ciò che non piace. Ci sono due modi di pensare, opposti ma entrambi dannosi. Mi riferisco alla donna in particolare. Perchè? Perchè è la parte più esposta nel rapporto. E’ lei che deve accogliere dentro di sè l’uomo, è lei che spesso prova dolore e non piacere, è lei che spesso si presta ad accettare gesti che non le piacciono. Esiste la donna che non dice nulla perchè crede che nel caso si opponga a determinati gesti e atteggiamenti possa passare per bigotta o per chiusa mentalmente. Una donna che crede che dimostrare amore per il marito significhi sottostare a determinate dinamiche pornografiche. E magari si colpevolizza anche se non trae piacere da quei rapporti. Nulla di più sbagliato. E poi c’è quella che è davvero un po’ troppo chiusa e non parla perchè prova un certo pudore a farlo. Quella che pensa che cercare il piacere anche per lei, sia da donna del mondo e non da donna di fede. Anche in questo caso non c’è verità ma si è fuori strada. E’ giusto mantenere un sano pudore ed essere gelosi di questa dimensione. E’ giusto con tutti, ma non tra marito e moglie. Liberiamoci da questa idea che vivere la nostra sessualità sia qualcosa che abbassa la relazione a qualcosa di solo istintivo. Non è così! Ne abbiamo scritto diverse volte. Fare l’amore è un gesto sacro, quando è compiuto tra due sposi uniti sacramentalmente. Un gesto pieno di dignità e di amore vero, concreto ed efficace. Eppure c’è ancora vergogna nel parlare in coppia di ciò che piace e non piace, di come si possa migliorare, di quali siano i gesti più apprezzati e quelli che danno fastidio. Non limitate questa possibilità di crescere in un gesto importantissimo nella coppia. Un’esperienza che può davvero diventare meravigliosa e avvicinare a Dio.

Fare l’amore non è una tecnica da mettere in pratica, ma un dialogo tenero e ad amoroso tra due persone che desiderano darsi piacere e in quel piacere trovare comunione e unità di cuore oltre che di corpo. Quindi trovate i vostri gesti, la vostra modalità e la vostra sensibilità per vivere un gesto che è frutto di una relazione unica ed irripetibile. Se vi aprite al dialogo e cercate di assecondarvi nelle vostre reciproche sensibilità allora inizierete un percorso che vi condurrà verso una unione sempre più profonda e un piacere sempre più autentico e pieno. Lasciate perdere la pornografia e fate l’amore davvero.

Antonio e Luisa

2 Pensieri su &Idquo;Sappiamo tutto del sesso ma non sappiamo fare l’amore

  1. Bello e vero… Ma manca secondo me un punto…
    E quando la donna/uomo sviliscw l’altro come la mettiamo? A volte basta una mezza parola… Incapace, non riesci a…

    Ecco qui diventa un guaio. Quante ne ho sentite/ti . Al dunque ti raffreddi.. non vai avanti ed i giorni passano e poi…poi.. trovi fuori!
    I gesti le parole contano e non si tratta di fare l’amore in modo pornografico ma di quei gesti intimi che aiutano il rapporto quando a l’uno quando all’altro.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...