Metodi naturali: scelta morale o moralistica?

C’è una convinzione che caratterizza tante persone, anche credenti. La Chiesa propone l’utilizzo dei metodi naturali, ed esclude invece gli anticoncezionali, solo per una questione moralistica. Non c’è una vera motivazione, ma solo un retaggio bigotto di una Chiesa rigida che non sa stare al passo con i tempi. E’ proprio così? Cercherò di dimostrare che accogliere questa modalità di vivere la sessualità nel matrimonio non è una scelta moralistica bensì morale. Qualcosa che davvero investe la nostra battaglia interiore tra il male e il bene, tra ciò che permette di vivere in pienezza la relazione e ciò che mette invece freni e lacci. Per farlo cercherò di mettere a confronto metodi naturali e anticoncezionali.

I metodi naturali permettono di accogliere la propria sposa o il proprio sposo interamente nella sua fertilità femminile o maschile. Gli anticoncezionali escludono una parte della donna o dell’uomo lasciando spesso una sensazione negativa di incompiutezza e frustrazione. Noi abbiamo fatto esperienza di entrambi. In un periodo di forte difficoltà e fragilità abbiamo scelto di lasciare i metodi naturali per l’uso del preservativo. Sono stati i mesi più aridi della nostra relazione. Escludere artificialmente e volontariamente l’aspetto procreativo ha indebolito di molto l’aspetto unitivo tra di noi. C’era il piacere fisico ma mancava una gran parte dell’unione profonda dei nostri cuori. Mancava l’ingrediente più importante. Quello che fa differenza. La differenza tra chi fa del sesso e chi concretizza, attraverso il corpo, l’unione intima che lega due sposi che vivono il loro matrimonio nel dono e nell’accoglienza autentica, piena e vicendevole.

I metodi naturali richiedono la mia rinuncia in determinati giorni mettendo l’altro/a e la relazione al centro. Con l’uso di anticoncezionali richiedo invece all’altro/a di rinunciare ad una parte di sé per mettere me e il mio piacere al centro. Non serve aggiungere molto. Quando è amore? Quando sono disposto ad aspettare per avere tutta la mia sposa, tutto il mio sposo? Quando voglio donarmi completamente, quando voglio accoglierlo/a completamente? Oppure quando voglio escludere la sua fertilità per soddisfare il mio piacere? A voi la risposta. Siate sinceri con voi stessi.

I metodi naturali richiedono una conoscenza del corpo femminile da parte di entrambi. Si comprende la meraviglia del concepimento e del corpo femminile. Gli anticoncezionali non richiedono nessuna conoscenza particolare. Il rapporto fisico è slegato dalla sua funzione procreativa intaccando di conseguenza anche quella unitiva. Personalmente è stato per me importantissimo condividere con la mia sposa la conoscenza del suo corpo e della sua fertilità. Sono entrato in un mistero meraviglioso. Sono sempre più affascinato da quella creatura bellissima che è la donna.Sempre più affascinato dalla mia sposa. Scoprire con lei la complessità delle dinamiche che permettono alla vita di crearsi e di formarsi nel suo corpo me l’hanno fatta vedere ancora più bella e come davvero un dono da custodire e rispettare fino in fondo. Credo che i metodi naturali siano un antidoto alla violenza sulle donne. Non serve arrivare alla violenza fisica per non rispettarle. Quanti uomini non sono capaci di accogliere la propria sposa come un’alterità misteriosa in cui entrare togliendosi i calzari, come dono ricevuto, ma solo come qualcosa da usare?

I metodi naturali aiutano a vivere la fertilità come dono da governare. Gli anticoncezionali trasformano la fertilità in problema da risolvere. La fertilità è spesso vissuta come un problema. Alla stregua di una malattia. I metodi naturali permettono di ritrovare una prospettiva sana. La fertilità femminile non è più vista come un problema da risolvere, ma come un meraviglioso talento da governare. Non dimentichiamo che il metodo naturale è spesso utilizzato non solo per evitare una gravidanza ma anche per ricercarla. Solo così, conoscendo, accettando e governando la sua fertilità, la donna si potrà donare completamente al suo sposo, senza sentirsi usata per questo. Il suo sposo potrà sperimentare un’unione che in nessun altro modo potrà ritrovare. Il metodo naturale aiuta gli sposi (l’uomo in particolare) a mettere il bene dell’altro/a prima del proprio. Li educa al sacrificio e alla rinuncia per un bene più grande. Il metodo naturale è una scuola che educa al dono di sé e aiuta a combattere l’egoismo. Molto più semplice mettere un preservativo e avere un rapporto quando lo si desidera, piuttosto che avere la forza e l’amore di posticiparlo perché in quel momento non si può accogliere la donna in tutta la sua femminilità e quindi anche nella sua fertilità.

Un ultimo appunto, ma credo importante. So già che alcuni obietteranno che la Chiesa si sta interrogando se introdurre l’uso di alcuni anticoncezionali in determinate situazioni. Un discernimento simile a quello consigliato in Amoris Laetitia per i divorziati risposati. Che ci potrebbero essere alcune possibili aperture in vista. E’ vero, c’è questa possibilità. Possibilità che io rispetterò e accoglierò nel caso fosse mai introdotta. E’ vero, ma la Chiesa non dirà mai che l’uso degli anticoncezionali è equivalente all’uso dei metodi naturali. La Chiesa, se mai si aprirà, lo farà solo per evitare un male più grande. Lo farà per la nostra fragilità. Un po’ come Luisa ha fatto con me. Per un periodo ha accettato il preservativo per la mia fragilità e incapacità di aspettare. Poi ho visto la differenza, ci ho sbattuto il muso e ho capito. Ho capito che non sono la stessa cosa e che vale la pena aspettare. Perchè quello che ne ho in cambio è qualcosa di incredibilmente bello.

Antonio e Luisa

Cliccate qui per entrare nel gruppo whatsapp

Per acquistare il libro Sposi sacerdoti dell’amore cliccate qui

Per acquistare il libro L’ecologia dell’amore cliccate qui

Iscrivetevi al canale Telegram

Iscrivetevi alla nostra pagina facebook

Iscrivetevi alla pagina facebook dell’intercomunione delle famiglie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...