Quanto maggiore è stato il pericolo nella battaglia, tanto più intensa è la gioia nel trionfo

130. Per altro verso, la gioia si rinnova nel dolore. Come diceva sant’Agostino, «quanto maggiore è stato il pericolo nella battaglia, tanto più intensa è la gioia nel trionfo».[131] Dopo aver sofferto e combattuto uniti, i coniugi possono sperimentare che ne è valsa la pena, perché hanno ottenuto qualcosa di buono, hanno imparato qualcosa insieme, o perché possono maggiormente apprezzare quello che hanno. Poche gioie umane sono tanto profonde e festose come quando due persone che si amano hanno conquistato insieme qualcosa che è loro costato un grande sforzo condiviso.

Il Papa, in questo capitolo che ho deciso di tenere separato dagli altri, esprime un concetto profondamente cristiano. La coppia e la famiglia cristiana si costruiscono e si consolidano anche e soprattutto nei momenti difficili. La vita e anche la relazione di coppia non sono film o pubblicità. La famiglia del mulino bianco dove tutti sono sempre sorridenti, spensierati e senza stanchezza sul volto non esiste. E’ un concetto falso, figlio delle nostre aspettative e desideri puerili e superficiali. La famiglia è luogo di gioia, di gioia vera. Quella gioia che scaturisce dalla fatica, dalle incomprensioni, dallo stress, dalla consapevolezza di essere fragili e non perfetti. Strano vero? Invece è più semplice di quello che voi possiate pensare. La nostre fragilità e imperfezioni, i nostri peccati e sbagli sono in realtà importanti. Sono importanti perchè  ci permettono di sperimentare un amore vero orizzontale. Faremo esperienza di gratuità, di perdono, di solidarietà, di vicinanza, di condivisione, di calore umano che solo chi è fragile e ne è consapevole riesce ad accogliere e ad accetare. Poi facciamo esperienza di un  amore verticale, dell’amore di Dio. La Grazia. Quando le difficoltà sembrano insuperabili, la fatica è pesante e non vediamo vie d’uscita, ricordiamoci del nostro sacramento. Dio, il giorno delle nozze, ha fatto una promessa a noi sposi: non ci avrebbe fatto mai mancare il Suo aiuto per superare ogni difficoltà e consentirci di portare così in salvo la nostra vita e la nostra relazione. Ricordiamocene e chiediamo questa Grazia. Solo se la chiederemo nella preghiera e con il nostro abbandono, Dio potrà fare grandi cose. Una famiglia è bella non perchè è perfetta, ma perchè nonostante tutto riesce ad andare avanti con fiducia, amore e speranza. Che belle che sono quelle famiglie che nella tempesta non hanno perso l’unità. Che testimonianza luminosa per tutta la Chiesa. Vi allego un video preparato da due cari amici, prendendo come base il bellissimo corto “Il circo della farfalla”, che riassume benissimo tutto questo discorso. Perdete qualche minuto per guardarlo; ne vale la pena.

Antonio e Luisa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...