La falsità degli anticoncezionali

Questa riflessione può sembrare dura e anacronistica, ma serve per dare uno spunto, una prospettiva diversa e controcorrente, una prospettiva cattolica, una prospettiva pienamente umana.

Gli anticoncezionali sottraggono all’intimità fisica una realtà ad essa intrinseca: la fecondità, privano la dimensione corporea del sesso della sua funzione naturale d’incarnare nel gesto sessuale una dote fondamentale dell’amore coniugale: la procreazione, cioè l’apertura alla vita.

Il gesto fisico del rapporto resta uguale, ma è privato, defraudato intenzionalmente, volontariamente della capacità di incarnare  l’amore coniugale nella sua pienezza.

Questa esclusione volontaria nasce dal cuore, quindi distrugge prima di tutto in esso l’apertura alla vita, privando l’amore della dimensione procreativa.

E’ la corruzione del cuore che muove la volontà a scegliere i contraccettivi.

La contraccezione, corrompendo con la falsità il cuore, non intacca solo l’aspetto procreativo, ma ferisce e riduce anche quello unitivo.

Con l’uso di anticoncezionali, a differenza dei metodi naturali che rispettano il ciclo di fertilità della donna, vogliamo essere padroni dell’amore e non servi, il gesto sessuale viene svuotato di uno dei suoi significati più profondi, per darci la “libertà” di escludere la natura e l’ordine ecologico, per divenire padroni di noi stessi, della nostra sposa e del nostro sposo e dell’atto che più esprime l’amore coniugale, riducendolo spesso a mera ricerca di piacere.

Antonio e Luisa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...