La donna è la casa dell’uomo (Genesi 2 seconda parte)

Riprendiamo la riflessione su Genesi 2. La prima parte (clicca qui per leggerla) terminava con l’affermazione che la donna essendo stata creata dall’uomo è della stessa pasta dell’uomo. Hanno pari dignità. Non vale meno.

Dirò di più! Il torace da cui viene prelevata la costola è la parte nobile dell’uomo, dove c’è il cuore. La donna viene creata con il meglio dell’uomo. Questo brano andrebbe letto in ebraico. Della donna si parla proprio come della costruzione di un edificio. Viene edificata. La donna è la casa dell’uomo. La sua protezione. Luogo dove viene custodito il cuore dell’uomo. Per me è stato davvero così e lo è tuttora. Proprio la femminilità della mia sposa, il suo essere donna fino in fondo mi permette e mi dà forza e determinazione per dare il meglio di me. Accogliere la sua diversità è qualcosa di estremamente affascinante e meraviglioso. Qualcosa che mi porta a rispettare quel mistero così bello che è Luisa per me, che è la donna per l’uomo. So che finchè il mio cuore appartiene a lei è al sicuro dall’egoismo che sempre mi tenta.

Pensate che i beduini del medio oriente usano un modo di dire molto indicativo. Quando dicono di una persona è la mia costola, vogliono dire che quella persona è il loro vero amico. Non è così anche per noi sposi. Luisa non è per me solo moglie e amante ma e anche la mia migliore amica. Colei di cui ho più fiducia e a cui posso mostrarmi in libertà per quello che sono senza timore di essere giudicato o ferito (almeno non lo fa volontariamente)

Un rabbino ebreo ha detto una grande verità sulla donna: Dio non ha creato la donna dalla testa dell’uomo perchè fosse la sua dominatrice, non l’ha fatta dal piede perchè fosse la sua schiava, ma dalla costola perchè gli sia compagna di pari dignità e sia vicina al suo cuore. La donna è nata da una costola che sta un po’ più in basso del braccio per essere protetta e vicino al cuore per essere amata.

Il testo biblico sta evocando la meravigliosa dignità della donna e la profonda comunione che uomo e donna possono raggiungere e vivere in una relazione autentica. Bellissimi i versetti dove Dio conduce la donna all’uomo. Come un padre conduce la sposa all’altare per affidarla allo sposo. Questo è il significato profondo del matrimonio. Dio mi ha affidato Luisa, la Sua figlia prediletta affinchè io la potessi amare. E in quella relazione fossi capace di donare il mio cuore alla mia sposa e lei lo custodisse dentro di sè per essere una sola creatura, nella differenza delle nostre persone, ma nell’unità dello stesso amore che ci lega e ci fonde l’uno all’altra.

Fateci caso: solo dopo aver ricevuto la donna come dono da parte di Dio l’uomo, finalmente uscito dalla sua solitudine, parla. Cosa dice? Dice in estrema sintesi: lei è me. Lei è da me. Siamo della stessa natura. Dio ci ha fatto uguali, della stessa pasta, ma differenti e complementari. Perchè proprio dalla nostra complementarietà potesse nascere una comunione profonda che diventa alleanza. Comunione che viene manifestata nella concretezza del corpo sessuato di un uomo e di una donna.

La Bibbia nella parte conclusiva afferma: i due saranno una sola carne. Ci dice che questa profonda unità nella diversità, l’essere una sola cosa non è un processo che avviene subito ma è qualcosa che può avvenire in un percorso di crescita e di progressione. E’ un compito meraviglioso da realizzare nel tempo. E’ un po’ la finalità del matrimonio. Una relazione tra un uomo e una donna uniti da Dio che durante tutta una vita insieme imparano ad entrare in una relazione che investe tutte le loro persone in mente, volontà, anima e corpo per farle diventare sempre più una carne sola, una persona sola. Anche per l’unione fisica degli sposi segue questa dinamica. Spesso sento dire che con il tempo ci si stanca di fare l’amore sempre con la stessa persona. Tutte scemenze. Per chi nel matrimonio fa esperienza di questa sempre maggiore comunione fare l’amore diventa sempre diverso e sempre più bello perchè quel gesto esprime nel corpo una comunione sempre più profonda dei cuori.

Antonio e Luisa (sulla base delle catechesi tratte da Meghillah

Cliccate qui per entrare nel gruppo whatsapp 

Iscrivetevi al canale Telegram

Per acquistare i nostri libri L’ecologia dell’amore o Sposi sacerdoti dell’amore

Per iscrivervi al canale youtube cliccate qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...