E’ bello che tu ci sia!

Come si dimostra il nostro amore? Come può l’altro capire che ci è caro e che gli vogliamo bene? C’è un modo molto semplice anche se non sempre facile da concretizzare nella nostra relazione: far capire alla persona amata, a nostro marito o a nostra moglie, che siamo felici che ci sia. Che la sua presenza è per noi importante, che la sua presenza è per noi ricchezza e bellezza. Che è importante che ci sia proprio lui/lei e non un’altra persona.

Per ogni persona è importante sentirsi amata. Certamente lo siamo tutti da Dio ed è fondamentale riscoprire questo amore che Dio nutre per ognuno di noi. E’ bello però farne anche esperienza nella concretezza della nostra vita, non solo nella dimensione verticale verso il Cielo, ma anche in quella orizzontale nella carne e nel mondo. Chi meglio di nostro marito o di nostra moglie può essere quello sguardo amante che ci fa sentire preziosi? Il matrimonio è anche questo: dire con le nostre parole, ma ancor di più con il nostro atteggiamento, con le nostre azioni, con il nostro sguardo, che siamo felici che l’altro sia accanto a noi, che la sua presenza è importante.

Fino ad ora non credo di aver scritto nulla di strano. E’ normale che una coppia di sposi viva la relazione in questo modo. Due persone non si sarebbero sposate se non fossero state contente di stare uno con l’altra. In relatà non è sempre così. Il matrimonio, ora dopo quasi vent’anni di esperienza posso dirlo, non è una linea retta che sale sempre più, non è solo crescita. Ci sono momenti di stanchezza, ci sono scontri e a volte distanza, c’è bisogno spesso di perdonarsi. Non sempre siamo al top, non sempre ci comportiamo come l’altro meriterebbe e come abbiamo promesso il giorno delle nozze. Non sempre siamo capaci di onorare e di amare l’altro. Commettiamo spesso errori e peccati l’uno con l’altra. Non sempre quindi è facile mostrare quanto siamo felici che l’altra persona ci sia. Soprattutto quando si comporta da egoista, da orgogliosa, in modo infantile e testardo. Dite che non succede? A me succede spesso di esserlo. In quei momenti sento più di altre volte l’amore della mia sposa. Lei, anche in quei momenti, mi fa capire come sia felice che io ci sia anche se forse vorrebbe darmi una bastonata in testa.

Questa consapevolezza che lei riesce sempre ad offrirmi è qualcosa di meraviglioso capace di sanare le ferite, capace di darmi il desiderio di chiederle scusa, capace di abbassare tutte le mie difese e desiderare solo di abbracciarla. Il matrimonio è bello e pericoloso. Pericoloso perchè espone ad accogliere completamente l’altro e quindi a restarne feriti se l’altro se ne approfitta, ma è soprattutto bellissimo perchè, quando entrambi comprendiamo la grandezza di una relazione costruita su queste basi e con queste dinamiche, possiamo davvero amarci da Dio, non perchè noi siamo particolarmente bravi o dotati, ma perchè nelle nostre mancanze possiamo fare esperienza di quanto siamo amati. L’amore del nostro coniuge diventa immagine dell’Amore di Dio. Sara più facile sentirci amati anche da Dio. Come quando Pietro, dopo averlo rinnegato per ben tre volte, ha incontrato lo sguardo di Gesù. In quello sguardo Gesù non gli ha contestato il suo tradimento ma gli ha confermato il Suo amore. Che bello quando anche noi sposi siamo capaci di questo amore. Allora diciamocelo. Non è qualcosa di scontato e di sottinteso. Va detto anche quando litighiamo, magari tra i piatti che volano: che bello che ci sei! Accetto i tuoi difetti perchè con essi accolgo anche te che sei una meraviglia! Adesso possiamo continuare pure a litigare ma con uno sguardo diverso.

Antonio e Luisa

Per acquistare i nostri libri Influencer dell’amore – L’ecologia dell’amore – Sposi sacerdoti dell’amore – Sposi profeti dell’amore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...