Dio roccia nella tempesta.

Noi due così diversi eppure insieme da quasi 40 anni

Di questi, 10 anni di fidanzamento, dai banchi di scuola, nella stessa classe, l’adolescenza e la maggiore età, i primi impieghi lavorativi. Il tempo trascorso per arrivare alle nozze, fortemente desiderate e Dio fra noi o meglio come roccia su cui poggiare saldamente i nostri piedi consapevoli che quando sarebbero arrivate le tempeste potevamo aggrapparci alla solida roccia e non annegare.

Già, le tempeste.

Arrivarono ben presto e non ce le aspettavamo cosi travolgenti.

I primi figli, due femminucce una dopo l’altra. Il tempo che scorreva veloce e pienamente impiegato tra lavoro e famiglia, la nostra e quelle di origine

Gli impegni lavorativi incalzanti e con il timore sempre presente ed a volte asfissiante, di non farcela ad arrivare a fine mese o di perdere il lavoro stesso.

Per noi due, intanto, troppo poco tempo e in quel poco tanti scontri anche per futili motivi.

La roccia che avevamo individuato fin da prima di unirci in matrimonio ormai l’avevamo persa di vista. Eravamo andati troppo a largo nel mare della vita.

Ci siamo fermati raramente e spesso solo per interrogarci del perché stare ancora insieme noi due così diversi e per questo così distanti

Ognuno voleva affermare se stesso e indurre l’altro ad accettare le proprie pretese

Fra battaglie in veri campi minati e momenti di felicità ed affetto proprio come in campi fioriti, abbiamo voluto resistere ed avere pazienza, attendere che il tempo desse una risposta ai nostri perché. Non abbiamo voluto cadere nella tentazione della separazione, si lontani, distratti ma mai sconfitti

Abbiamo creduto nel nostro amore

Quando poi le nostre figlie, giovani frequentatrici del gruppo giovani della Comunità Missionaria di Villareggia ci hanno invitato ad un incontro con Dio, lo abbiamo ritrovato e capito che Egli non ci aveva mai abbandonato,

Si proprio così, finalmente la risposta ai nostri perché.

Il filmato della nostra vita di sposi era finalmente ben definito. L’avevamo invitato alle nostre Nozze come l’oste che deve portare il buon vino alla festa più importante e non farlo mancare mai. Noi avevamo, negli anni, finito il vino rischiando di bere solo acqua, di perdere la felicità dello stare insieme, di non fare più festa negli attimi in cui ci ritrovavamo, ma Dio è rimasto fedelmente al nostro fianco trasformando sistematicamente l’acqua in vino e la festa ricominciava

Oggi le battaglie continuano e nemmeno l’età ultra matura ha placato le nostre forze nel lottare contro. Sembrerebbe che nulla è cambiato e invece è cambiato tanto.

Abbiamo la certezza che se Dio è presente nella nostra vita di coppia, attraverso la Sua Parola, attraverso l’Eucarestia, grazie anche ad un percorso di formazione di coppie dove costantemente ci confrontiamo e ci sosteniamo a vicenda con le esperienze di ciascuno e con la Preghiera Comunitaria, nulla e’ impossibile, nulla può  fermare il nostro amore, ripartiamo ogni volta che si affievolisce il nostro affetto ed allora si rinnova il miracolo dell’essere più uniti proprio nella nostra enorme diversità.

Già il miracolo. Spesso restiamo meravigliati ed increduli nel sentire parlare di prodigiosi miracoli ma il nostro e quelle di tante coppie che nonostante tutto rinnovano ogni giorno il Si delle loro Nozze per restare uniti per sempre, e’ sotto i nostri occhi e merita davvero di essere gridato ai quattro venti. Ecco allora che il nostro sguardo resta rivolto al cielo per ringraziare Dio del grande dono che rappresenta lei per lui, lui per lei, interpreti del vero Paradiso terrestre.

Marco e Amelia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...