Perchè l’Angelo appare più volte a Giuseppe?

In questo tempo di Natale ho riflettuto sul modo con cui Dio ha deciso di comunicare con Maria e Giuseppe. Dio non ha mai dialogato direttamente con loro, ha sempre inviato un suo Angelo, un suo emissario. Angelo che a Giuseppe è apparso in sogno, ma poco cambia per quello su cui vorrei riflettere. Avete notato che l’Angelo appare a Maria una volta sola mentre a Giuseppe ben quattro. Perchè? Perchè Giuseppe è lo sposo e Dio riconosce a Giuseppe il ruolo di guida della famiglia. Non è un caso che l’Angelo appare a Maria solo la prima volta, quando lei deve dare il suo personale assenso al progetto di Dio. Poi appare anche a Giuseppe che decide di accogliere con lui Maria e il nascituro Gesù. Da allora, le successive tre volte, appare solo a Giuseppe, perchè Giuseppe è la guida della famiglia.  Maria non si lamenta. Potrebbe farsi forte del suo essere madre di Dio, non lo fa, con umiltà si fida del suo sposo. So bene che sto affermando modalità e atteggiamenti che possono sembrare maschilisti e vetusti, ma credo che in realtà non siano dinamiche superate. Non voglio riflettere su concetti astratti, magari citando Efesini 5 o chissà quale verità antropologica. Mi limiterò a raccontare la mia esperienza. Mia moglie mi ha donato la sua sottomissione. Che brutta parola, vero? Cosa intendo con questo? Con il matrimonio si è messa nelle mie mani, si è affidata completamente, spontaneamente e gratuitamente, senza nulla chiedere in cambio. Questo suo dono mi ha commosso profondamente. Non solo, questo suo dono mi ha reso più responsabile e consapevole, mi ha fatto comprendere il mio valore. Lei, che consideravo troppo per me, lei che consideravo meglio di ciò che ero io, si abbassava per innalzarmi. Non so se mi spiego. Non è una questione di gerarchia. Le decisioni le prendiamo sempre insieme e a volte non mancano i punti di contrasto. E’ piuttosto un atteggiamento, una realtà che comprendi nel profondo di te stesso. E’ la consapevolezza che, qualsiasi cosa accada, lei non ti abbandonerà mai, ma continuerà a credere in te e a fidarsi di te. Questo fa parte dell’amore sponsale, questo fa parte del dono totale del matrimonio. E io, seppur misero e inadeguato molte volte, non posso che dare il meglio che posso, perchè questa sua fiducia non venga disattesa. 

C’è un’altra riflessione molto importante. Dio ci parla anche attraverso il nostro coniuge.  Anzi, dirò di più: attraverso il nostro amato/la nostra amata, Dio trova un modo privilegiato per parlarci. Nel matrimonio Dio vuole essere amato attraverso la mediazione del coniuge. Posso amare Dio amando il mio coniuge e posso fare esperienza dell’amore di Dio attraverso l’altro/a. Dio ci ama e ci parla attraverso l’amato/a. Io l’ho sperimentato innumerevoli volte. Quando ho dovuto prendere qualche decisione personale importante, parlarne con la mia sposa mi ha aiutato tantissimo. Davvero Dio mi ha parlato attraverso di lei. Ho trovato strade a cui non avrei mai pensato. Non solo, Dio mi mostra anche ciò che devo migliorare di me. Me lo fa capire attraverso Luisa. Certo bisogna avere l’umiltà di aprire il cuore e di mettersi in ascolto. Bisogna avere l’umiltà di mettersi in discussione e accogliere qualche critica, qualche appunto e qualche prospettiva diversa. Fortunatamente la mia sposa è sempre stata spietata in questo. Ha sempre messo in evidenza i miei errori. E’ stata però molto delicata. Lo ha sempre fatto con un amore tale che ho compreso quanto lei dicesse quelle parole per amore e non per altri motivi. Ho compreso quanto davvero mi stesse amando anche in quel momento.

Anche in questo caso la Sacra Famiglia ci può insegnare molto. Basta fermarsi un attimo a contemplarla. Approfittiamone in questo tempo di Natale che è tempo benedetto se usato bene.

Antonio e Luisa

Cliccate qui per entrare nel gruppo whatsapp

Per acquistare il libro Sposi sacerdoti dell’amore cliccate qui

Per acquistare il libro L’ecologia dell’amore cliccate qui

Iscrivetevi al canale Telegram

Iscrivetevi alla nostra pagina facebook

Iscrivetevi alla pagina facebook dell’intercomunione delle famiglie

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...