Non desidero fare l’amore con mio marito. Sono sbagliata?

Abbiamo ricevuto una domanda. Rispondiamo pubblicamente perchè crediamo possa essere di aiuto a tanti. Si può migliorare la nostra relazione intima solo se riusciamo a comprendere le cause che non ci permettono di vivere questo gesto in pienezza.

Ciao Antonio e Luisa, vi seguo da alcuni mesi e sono molto scossa da alcuni vostri articoli. In particolare quando raccontate il sesso in quel modo così bello. Devo dire che provo un po’ di invidia e di tristezza. Per me non è così. Non trovo piacere nel rapporto fisico con mio marito e cerco di rimandarlo più possibile. Sono forse sbagliata? Sono una cattiva moglie?

Carissima, non sei sbagliata e non sei una cattiva moglie. L’amplesso è un gesto che è parte di una relazione. Per cui quando non funziona la causa è da cercare non in una persona, ma nella relazione stessa, alla quale prendete parte in due. Quello che tu racconti non è inconsueto, è qualcosa che accade spesso in una coppia di sposi. Senza andare a cercare le responsabilità bisogna però trovare le cause. Non per giudicare l’altro o giudicarsi, ma per porre rimedio. Non è mai troppo tardi.

Perchè una donna non prova desiderio? Cercherò ora di riportare le principali cause, le più comuni, sperando di poterti essere d’aiuto.

  1. La donna non si sente amata. A letto è molto difficile far finta. Se ci sono problemi è davvero la cartina al tornasole di tutta la relazione. La donna ha bisogno di vivere il gesto sessuale come culmine di un corteggiamento continuo da parte del suo uomo. Il matrimonio spesso porta con il tempo un rilassamento tra i due sposi. Ormai sono sposati non serve curare la relazione. Ci si dà per scontati. E’ strano questo. Siamo nell’epoca del divorzio breve eppure mentalmente diamo per scontato l’altro. E’ facilissimo cadere in questa dinamica. Non va assolutamente bene. Come dice Papa Francesco, il matrimonio è come una pianta, va curata ogni giorno. Altrimenti secca e muore. Così è la nostra relazione. Se la donna si sente desiderata dal marito solo quando questo vuole consumare un rapporto, beh non proverà nessun desiderio di accontentarlo
  2. Marito e moglie non sanno fare l’amore. Vi sembra strano? Vi viene da ridere? Eppure è così. In una società ipersessualizzata, dove tutto parla di sesso, sono sempre meno le persone che hanno una conoscenza adeguata dell’anatomia e della fisiologia del corpo dell’uomo e della donna. La pornografia diventa strumento di educazione sessuale per moltissimi giovani che cercano di replicare ciò che vedono nei video pornografici. Ecco, quella è macelleria, non c’entra nulla con una sessualità sana. Quanti sanno ad esempio che la vagina di una donna può essere profonda non più di 10/11 cm, quando è eccitata? E’ importante saperlo visto che il pene dell’uomo solitamente è più lungo e, a differenza di ciò che insegna la pornografia, farlo entrare tutto porta alla donna assenza di piacere se non addirittura dolore. Quanti sanno che la donna necessita dei preliminari per lubrificarsi e permettere al suo organo sessuale di essere pronto ad accogliere? Quanti sanno che il rapporto vissuto in modo violento e aggressivo di solito non permette alla donna di provare alcun piacere? Purtroppo molti, troppi, non sanno fare l’amore. Non solo, di solito, quando ciò accade la donna si accusa di essere responsabile, di essere frigida e incapace. Quanti danni fa la pornografia!
  3. Spesso non è mancanza di desiderio ma solo stanchezza! Questo riguarda uomo e donna. Forse riguarda un po’ di più la donna. Iniziare un rapporto sessuale non è sempre spontaneo e naturale. Non nascondiamoci. Il menage familiare tende ad allontanarci. Siamo presi da mille preoccupazioni ed impegni e la sera non ci sono quasi mai i presupposti e la predisposizione mentale. Non è mancanza di desiderio in questo caso, ma solo stress e stanchezza. C’è una regola non scritta nel sesso. Più si fa (bene) e più si desidera farlo. Ecco spesso basta cominciare e poi arriverà anche il desiderio e il piacere. Meglio ancora se si riesce a trovare un momento di qualità. Magari non alle tre di notte quando finalmente i pargoli russano e non rompono. Cercate il momento giusto. Io prendo permessi al lavoro quando so che Luisa è a casa la mattina.

Antonio e Luisa

Cliccate qui per entrare nel gruppo whatsapp 

Iscrivetevi al canale Telegram

Per acquistare i nostri libri L’ecologia dell’amore o Sposi sacerdoti dell’amore

Per iscrivervi al canale youtube cliccate qui

2 Pensieri su &Idquo;Non desidero fare l’amore con mio marito. Sono sbagliata?

  1. Ciao Antonio e Luisa
    grazie per il vostro servizio. Posso dire che questa problematica riguarda anche noi come coppia che non abbiamo quel desiderio che voi spiegate, sarà perche da subito nel matrimonio si sono presentati tanti tipi di problemi (cordoni ombellicari tagliati apparentemente, genitori che non hanno mai accettato la storia e che ad ogni occasione parlano male e oppositivi nei fatti e il marito sempre a favore della propria famiglia d origine e mai mai mai della moglie ecc) tante difficoltà, tante incomprensioni, che ci hanno condotto ad unirci in primis per la finalità del concepimento che ancora tarda ad arrivare. Ma un rapporto messo a dura prova per sette anni, si è assopito tanto nei vari aspetti psicologici, fisici, emozionali. In più, nella nostra coppia non è per nulla semplice paragonare il ns talamo all altare e la ns unione ad una celebrazione eucaristica, seppure , l abbiamo fatto nostro teoricamente nei vari corsi di formazione. Anche rispetto al confronto con mio marito su questo articolo, è diventato uno scontro perché per lui dipende dalla stanchezza accumulata, per me anche dal non sentirmi amata come donna. Alla fine per lui è vero solo il suo punto di vista perché il mio fa parte di capricci e un mio modo di pensare male e vedere male le cose. Secondo me, in questo modo si sminuisce l altro (me donna) dato che, per lui, quasi si debba risolvere tutto con un “se non ci pensi, tutto si risolve e va bene” o altre affermazioni preconfezionate di questo tipo.
    È proprio questo sminuire che ha logorato tutto, quell incomprensione dei bisogni, delle emozIoni e dei desideri che una moglie vive ma non vengono comprensi, lasciano l amaro in bocca e assopiscono anche quel desiderio di unione,nonostante fossimo relativamente giovani d età e di anni di matrimonio..Che dire tra il dire e il fare c è di mezzo il mare per essere sarcastici ma sembra che ogni cosa sia difficile e ardua.

    "Mi piace"

    • Hai ragione che non sia facile. Voler essere corteggiata non sono capricci ma la necessità della donna per abbandonarsi al marito. Certo quando la situazione si è un po’ solidificata come per voi dopo anni non si può svoltare immediatamente. Serve un percorso. Forse è questo che blocca tuo marito. Significa mettersi di impegno. Naturalmente vale per entrambi. Mettersi di impegno e passo dopo passo recuperare.
      Bisogna tenerci non solo a parole ma con l’impegno.
      Esistono vari percorsi che possono aiutarvi.
      I corsi della nostra associazione (ma per ora sono fermi) oppure la casa della tenerezza di don carlo Rocchetta o tanti altri.
      Vi consiglio il nostro libro “Sposi sacerdoti dell’amore” non perché vogliamo vendere ma proprio perché approfondiamo la sessualità a 360 gradi attraverso il cantico dei Cantici..
      Tutti possono recuperare la bellezza ma costa fatica. Però ne vale assolutamente la pena. I frutti sono meravigliosi

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...