Inginocchiarsi per ricominciare!

Gesù che si inginocchia per lavare i piedi dei suoi discepoli. Un’immagine che noi sposi dovremmo meditare in profondità e che dovremmo imprimere a fuoco nella nostra testa.

Gesù, uomo e Dio, che si inginocchia per lavare i piedi dei suoi discepoli. I suoi discepoli, gente dalla testa dura, egoista, paurosa, incoerente, litigiosa e incredula. Gente esattamente come noi, come sono io, come è mia moglie. Noi siamo sposi in Cristo, e Gesù vive nella nostra relazione e si mostra all’altro/a attraverso di noi. Noi siamo mediatori l’uno per l’altra dell’amore di Dio. E’ un dono dello Spirito Santo. E’ il centro del nostro sacramento. Noi, per il nostro sposo, per la nostra sposa, siamo, o dovremmo essere, quel Gesù che si inginocchia davanti a lui/lei, che con delicatezza prende quei piedi piagati e feriti dal cammino della vita e sporcati dal fango del peccato. Quel Gesù che, con il balsamo della tenerezza è capace di lenire le piaghe e le ferite, e che con l’acqua pura dell’amore li monda e scioglie quel fango che, ormai reso secco dal tempo, li incrostava e li insudiciava. Questo è l’amore sponsale autentico. Tutti sono capaci, davanti alle fragilità e agli errori del coniuge, di ergersi a giudice. Tutti sono capaci di condannare e di far scontare gli sbagli negando amore e attenzione. Solo chi è discepolo di Gesù, dinnanzi ai peccati, alle fragilità, alle incoerenze dell’amato/a è capace di inginocchiarsi, di farsi piccolo,  in modo che quelle fragilità, che potevano allontanare e dividere,  possano trasformarsi in via di riconciliazione e di salvezza. Sembra difficile ma non lo è. Noi che abbiamo sperimentato l’amore misericordioso di Dio nella nostra vita, che siamo innamorati di Gesù per come ha saputo amarci, e siamo quindi pieni di riconoscenza per Lui, possiamo restituirgli parte del molto che ci ha donato amando nostra moglie e nostro marito sempre, anche quando non è facile e ci ha ferito. Esattamente come un’altra figura del vangelo, la peccatrice, che bagnati i piedi di Gesù con le sue lacrime, li asciugò con i capelli .Ho sperimentato tante volte questa realtà con mia moglie, e in lei che si inginocchiava davanti alla mia miseria ho riconosciuto la grandezza di Gesù e del suo amore.

Antonio e Luisa

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Inginocchiarsi per ricominciare!

  1. Bella questa condivisione.
    Mi sono resa conto di non aver mai amato mio marito con questa misura.
    Il mio sogno era vivere in coppia – insieme – l’amore verso gli altri a partire dalle nostre famiglie d’origine.
    Mi sono dedicata ai figli ma con lui ho dato per “scontata” la nostra relazione – termine che ho imparato al W.E. sposi.
    Non capivo perché mio marito era – come dire – “distante” da me.
    Poi è subentrato un lungo periodo di crisi soprattutto da parte sua e ancora oggi fatichiamo a venirne fuori.
    Come se la fatica di vivere insieme pur volendoci bene fosse un male necessario. Troppe incomprensioni nel corso degli anni tra noi superate ma non chiarite a fondo. E Lui ora è – come dire – rassegnato.
    Siamo insieme e fatichiamo a ricostruire. Spesso non ci capiamo come se parlassimo lingue diverse. L’unica differenza rispetto a tempo fa è che ora invece di litigare discutiamo. Io ero sempre sulla difensiva mentre ora cerco di non trattarlo come un nemico da cui difendermi. Chissà quanto riusciremo a recuperare. Tutti e due ci troviamo meglio fuori casa e facciamo cose buone ma tra noi non siamo così.
    Prima cercavamo sempre quale fosse il colpevole ora me ora lui – ora penso che più che di colpe si tratti di limiti e incomprensioni da ambo le parti.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...